Eleganza casual uomo: si può essere eleganti anche se informali?

Ti piace il casual e ti stai chiedendo se puoi comunque essere “elegante”. Infatti, sono quasi sicuro che anche tu, almeno una volta nella vita, hai pronunciato questa frase:

Stasera mi devo vestire elegante?”

Se lo hai fatto, è assolutamente necessario che tu legga con attenzione questo articolo. Perché ho molti miti da sfatare, e forse non ti piacerà tutto ciò che avrò da dirti.

Ho un paio di tue convinzioni da sgretolare, e alcuni luoghi comuni da distruggere. E se tu pensi di sapere già tutto sull’argomento, o se pensi che una domanda come quella abbia senso, allora sei doppiamente “obbligato” a continuare a leggere.

Innanzitutto una piccola premessa. Una domanda come stasera mi devo vestire elegante? non ha praticamente alcun senso. È una domanda sbagliata, mal posta, e fuorviante.

Una domanda del genere, presuppone che in altre occasioni ci si debba vestire in maniera volutamente INELEGANTE. E questo, secondo me, non ha alcun senso.

Perché?

Semplice, perché un VERO Uomo, con la “u” maiuscola, può e DEVE essere sempre elegante.

Se ci tieni alla tua virilità, al rispetto delle persone, a essere invidiato, ammirato – e magari pure DESIDERATO… allora tu puoi e devi essere SEMPRE elegante.

Alla base di questo articolo c’è una mia personale crociata. Da tempo ormai, in più occasioni, sto cercando di portare alla tua attenzione che:

Eleganza e formalità sono due cose DISTINTE

Stampatelo bene in testa. Tatuatelo in fronte. E ogni volta che qualcuno confonde eleganza e formalità, insultalo pure da parte mia.

IMG_0206

Nicola Serafini©

 

Definire ‘elegante’ qualcosa di ‘formale’, come ad esempio un abito nero con la camicia bianca e la cravatta nera – che secondo me è probabilmente l’abbinamento più inelegante che possa esistere -, è un insulto all’eleganza e crea molta confusione.

Perché così facendo si relega tutto ciò che è casual e informale nell’ineleganza. E questo è sbagliato, profondamente sbagliato.

L’abbigliamento informale e casual può essere elegante, molto elegante, persino PIÙ elegante di molti abbinamenti formali – come appunto abito nero e camicia bianca.

Anzi, ti dirò di più…

Si può essere spaventosamente ineleganti anche se vestiti in maniera formale, ed elegantissimi con un abbigliamento casual

Eleganza e formalità NON sono la stessa cosa. Continuerò a scriverlo finché avrò forza per farlo. Lo ripeterò fino allo sfinimento.

L’eleganza è un concetto più ampio della formalità. Esiste una eleganza formale e una informale. Così come il concetto stesso di ‘eleganza’ non c’entra solo con l’abbigliamento o gli accessori.

Eleganza è atteggiamento, disinvoltura, è sapersi adattare alle singole occasioni.

Ciò che è elegante di mattina in ufficio, NON è elegante per una pizza fuori con gli amici. Ciò che è elegante di sera non lo è di giorno, ciò che è elegante in campagna non lo è in città.

Ecco perché…

Quando qualcuno mi chiede se quel singolo abbinamento è ELEGANTE, io rispondo sempre “dipende”. Dipende dalla situazione in cui lo vuoi indossare.

Ecco cos’è la vera eleganza. E come vedi, non c’entra nulla con la formalità.

Quindi torniamo all’abbigliamento casual e al concetto di “informale”. Cosa intendo per “informale”? In generale, potremmo far rientrare in questa categoria tutto ciò che non rispetta delle precise regole di “etichetta” e che non presuppone una qualche ufficialità nel contesto.

Esempio: un matrimonio è un’occasione ufficiale. Sebbene ormai si sia persa l’ufficialità della cerimonia, e gli uomini si vestano quasi tutti da far schifo ai matrimoni altrui – e spesso persino AI PROPRI -, a un matrimonio non dovresti andare senza un completo e una cravatta.

Perché?

Perché l’occasione è formale. Io non sono sposato, ma quando mi sposerò lo scriverò anche sull’invito:

“Se non metti il completo, NON venire nemmeno al mio matrimonio”

In ogni caso, a parte questa digressione sui matrimoni, che non avevo previsto, era per farti capire che nella categoria dell’informale rientra tutto ciò che non prevede regole rigide di etichetta e di abbigliamento.

Purtroppo ormai si sono perse le regole che un tempo esistevano. Un luogo come il teatro, ad esempio, richiedeva una rigida etichetta. Se volevi andare a vedere un’opera, non potevi andarci in ciabatte e jeans. Oggi purtroppo accade.

Ma la mancanza di regole fisse NON significa che l’eleganza informale sia totale libertà. Esistono comunque delle consuetudini di buon gusto. E soprattutto, non significa affatto che l’abbigliamento informale sia inelegante.

Te lo ripeto…

L’eleganza può essere anche informale o casual

Non solo informale, ma persino casual. Con questo termine, in Italia, siamo soliti definire l’abbigliamento informale, o meglio ancora, la parte più informale dell’abbigliamento informale.

Tieni presente che, a quanto ne so, solo da noi si usa questo termine con questa precisa accezione. Che infatti io non amo particolarmente, perché non vuol dire nulla, e soprattutto tende a confondere ulteriormente i concetti di formalità e di eleganza.

Se usi la parola casual, significa che ciò che non è casual per te è elegante.

E tutto questo, come abbiamo visto, è una grandissima cazzata. Perché non ha alcun fondamento storico o linguistico, e soprattutto perché in questo modo si dimentica cos’è davvero l’eleganza.

Posto dunque che l’eleganza è anche informale, esistono alcune soluzioni casual che sono indubbiamente elegantissime.

Quindi non pensare che io, avendo creato un brand che si chiama Eleganza Maschile, stia qua a dirti che devi mettere ogni giorno il completo doppio-petto e la cravatta. No di certo. Io stesso NON lo faccio.

Chiaramente, per un imprenditore o professionista come te, l’abbigliamento ha un ruolo fondamentale nella sfera lavorativa. Quindi tendenzialmente dovrai fare attenzione a non vestirti in maniera troppo informale, specialmente per incontrare un cliente o per occasioni serie e importanti.

Detto questo, nel “tempo libero” hai tutto il diritto di vestirti in maniera più comoda, e soprattutto senza rispettare delle rigide regole di etichetta. Tuttavia, ciò NON significa che devi volutamente essere inelegante.

Anche perché puoi essere elegante anche mentre passeggi in riva al mare, con una camicia leggerissima e bianca in lino, aperta o semi-aperta, dei pantaloni corti blu o beige, e un paio di scarpe di tela.

In questo caso, coi pantaloni corti e una camicia aperta sul petto, saresti più elegante del “pinguino” che va ogni giorno in ufficio col completo nero e la camicia bianca

Lui sarebbe formale, certamente, ma inelegante. Tu saresti informale, ma elegantissimo.

Perché quel tipo di scelta si addice a quella singola occasione. L’eleganza è questo: saper scegliere in base al contesto.

Ad esempio, quello stesso abbinamento sarebbe totalmente inelegante in campagna. Mentre sarebbe elegante appunto sulla spiaggia o in barca.

Sai perché?

Perché, semplicemente…

Se prendi un abbinamento che io stesso ho approvato (o ti ho consigliato), e lo metti in un altro contesto, otterrai un risultato orrendo e perderai tutta l’eleganza che c’era in origine in quell’outfit.

Copia di IMG_7455

Nicola Serafini©

Il discorso si complica un po’, quindi per oggi diciamo che può bastare. Come hai capito, ci vuole pratica, esperienza, ci vuole pazienza…

Devi imparare col tempo a distinguere le singole occasioni, e a capire come essere elegante anche in maniera informale.

Puoi farlo, se vuoi, ma ci vorrà tempo.

E se io ti dicessi che esiste una scorciatoia?

Che puoi capire da subito quale tipo di abito si addice a una occasione informale, e quale invece è formale?

Allora, dai un’occhiata QUI: infatti ho già pensato a tutto io. Tu non devi fare altro che cliccare qui e scoprire finalmente come scegliere il giusto abito per te, e come decifrare il suo grado di formalità.

A presto, e che l’eleganza sia con te!

Nicola Serafini.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere la guida gratuita su:
I 7 modelli di scarpe che ogni professionista di successo dovrebbe avere?


Scarica subito la tua copia OMAGGIO della guida, inserendo qui il tuo indirizzo email (dove riceverai il link per scaricare la guida).

Stai per ricevere il link ...

Qualcosa è andato storto