Guida completa al cappello elegante da uomo (Parte I): quando indossare il cappello

In questo (lungo) articolo ti parlerò del cappello da uomo classico, nella sua variante elegante ma anche in quelle più casual.

[Photo credit: ROBYN BECK/AFP/Getty Images]

Ma prima permettimi di raccontarti come mi è venuto in mente questo argomento…

Stamattina, poco prima di sedermi qui a scrivere, prendevo il caffè in balcone godendomi i primi raggi del sole sul mare. Abito (letteralmente) a due passi dal mare, e l’estate è il periodo dell’anno che preferisco. 

In realtà è proprio questo periodo (ora siamo a inizio settembre) quello che è in assoluto il mio preferito: c’è ancora il sole ma non è più torrido come ad agosto, e l’aria è più pulita. 

Così, appunto, come ogni mattina ero sul balcone e mentre sorseggiavo il mio primo caffè della giornata mi sono chiesto:

Su cosa posso scrivere il nuovo articolo del blog?”

Così ho iniziato a lasciar vagare i pensieri, ma non c’era una singola idea che mi andasse di sviluppare. Ogni accessorio o argomento che mi veniva in mente lo avevo già trattato in precedenza, quindi non volevo ripetermi.

Gli argomenti che mi venivano in mente e che non avevo mai toccato, invece, non so perché ma non mi entusiasmavano.

Finché, dal nulla, ho avuto l’illuminazione:

“Ma come è possibile che non abbia ancora mai scritto un articolo sul cappello da uomo?”

Ed ecco che avevo trovato l’argomento giusto…

Purtroppo in molti, oggi, hanno perso la passione per il cappello maschile, ma ci sono dei buoni segnali di ripresa.

Negli ultimi anni capita sempre più spesso di vedere in giro dei cappelli dal taglio classico, sebbene lo stile di un tempo sia ormai perduto quasi completamente. 

Parlo del cappello classico da uomo, quelli che ad esempio vedi nelle foto d’epoca e che al giorno d’oggi sono utilizzati quasi solo dagli anziani, dagli attori del cinema e dalle rockstar.

Ma questo non ti deve importare, perché…

Il cappello elegante è un elemento fondamentale del guardaroba maschile.

O meglio, così era fino a qualche decennio fa. Per tutti i secoli precedenti, l’uomo non usciva mai di casa senza il cappello. Così soprattutto nell’Ottocento o nella prima metà del Novecento. 

Non era solo questione di comodità e praticità: il cappello proteggeva dal freddo, dall’umidità e dalla pioggia. Ma era proprio questione di decoro: un uomo senza cappello sarebbe stato come oggi un uomo che va in giro senza scarpe.

Chiaramente non è un’offesa al pubblico decoro, come se andasse in giro senza pantaloni per strada, ma comunque è una caduta di stile, che potrebbe mettere a disagio le persone che incontra.

Così, fino a qualche decennio fa, era per il cappello. Che ora è sceso in declino per essere utilizzato solo da pochissimi nostalgici. 

Eppure… Il cappello in realtà non è MAI passato di moda.

Semplicemente, come tutti gli accessori e i capi d’abbigliamento, ha attraversato un periodo di declino. 

Ma se vuoi, anche tu puoi tranquillamente indossare un cappello classico da uomo… a patto che tu sappia come farlo!

Ed è proprio di questo che ti voglio parlare… Perché devi sapere che in NESSUN caso come in questo, l’eleganza di un accessorio dipende SOLO ed esclusivamente da chi lo indossa e da COME lo indossa.

Si tratta senza dubbio di un tocco di stile fantastico, ma devi sentirti pronto a farlo (e, per esperienza, ti posso assicurare che solo l’1% degli uomini è realmente PRONTO a indossarlo e a sfoggiarlo con sicurezza e naturalezza).

Queste due sono le parole d’ordine per quanto riguarda il cappello classico da uomo: naturalezza e sicurezza.

Sembra un controsenso visto che sono due qualità apparentemente lontane: e infatti è proprio per questo che solo a pochissimi uomini sta bene il cappello elegante. Proprio perché è rarissimo che coincidano queste due virtù.

Proprio per questo ti ho cercato di mettere in guardia sul fatto che, se ti senti pronto per farlo, il cappello può andare bene anche per te, ma SOLO se rientri in questa categoria di uomini sicuri di sé e del proprio stile, e allo stesso tempo naturali e spontanei.

shadow-ornament

 

Ora vediamo insieme…

Quale cappello classico scegliere e come indossarlo

Una importante precisazione:

Ricorda che il cappello è sempre stato (almeno fino ai giorni nostri) un accessorio funzionale: serviva a riparare la testa e il viso dalla pioggia, dal vento o dal sole.

Solo oggi è diventato una sorta di vezzo estetico, nella maggior parte dei casi, ma un tempo aveva soprattutto una funzione pratica. Per questo, a eccezione della coppola (che vedremo sotto), tutti i cappelli classici da uomo hanno una corona rigida (la parte dove infili la testa) e una tesa circolare (la parte che fa il giro della tua testa, e che può essere di varie misure).

Infatti, proprio in base alla grandezza del cappello, si parla di “tesa larga/grande” o “tesa stretta/piccola”: anche la forma della corona può variare, ma di poco, visto che comunque la testa ci dovrà entrare.

Nella seconda parte di questo articolo, che uscirà fra una settimana esatta, ti parlerò nel dettaglio di quale cappello scegliere, dei materiali, delle forme, dei modelli, dei prezzi e ti svelerò anche qual è il SINGOLO fattore da cui dipende il fatto se un cappello ti sta bene o ti sta male.

shadow-ornament

 

Ma ora, prima di salutarti, vorrei rispondere alla domanda cruciale che sicuramente ti stai ponendo:

Anche io posso indossare un cappello elegante?”

Prima di parlare di caratteristiche e modelli, infatti, bisogna prima capire a chi si addice un cappello classico da uomo.

Il cappello da uomo è senza dubbio un segno di virilità, che offre una sensazione di mascolinità e di sicurezza… ma NON tutti sanno come indossarlo.

Non parlo semplicemente della posizione del cappello o di come abbinarlo all’abbigliamento, parlo proprio del look generale, dell’atteggiamento.

Il cappello NON è facile da indossare, te lo dico subito.

È un’espressione della tua personalità, e lo devi indossare come se fosse una naturale continuazione della tua testa, quasi fosse attaccato al tuo stesso corpo.

Ci vuole una naturalezza estrema, e anche molta sicurezza in sé. Quando cammini con un cappello per strada devi avere un atteggiamento spontaneo ma allo stesso tempo sicuro di te. 

Inevitabilmente ti sentirai osservato, sentirai gli occhi addosso (anche se in realtà è solo una tua impressione): qualcuno ti guarderà con sorpresa, ma non lasciarti influenzare. 

Il consiglio principale che mi sento di darti è questo:

NON forzarti a tutti i costi a voler indossare un cappello classico, se non te la senti. Deve essere una cosa naturale.

Non ti devi sentire in imbarazzo o a disagio, altrimenti non ha senso indossarlo. Non sta scritto da nessuna parte che chiunque debba indossare (o avere un cappello). 

Certo, per quanto mi riguarda lo trovo di una comodità estrema, quando piove o nevica. Molto più dell’ombrello, che si piega in continuazione.

Chiaramente quando diluvia uso anche io l’ombrello, ma ad esempio quando c’è quella odiosa pioggerella sottilissima, tipica ad esempio dei mesi di novembre e dicembre, un cappello è l’ideale. Stessa cosa quando nevica.

Ma ripeto, oltre alla comodità devi trovare un modello che ti piaccia, che ti faccia sentire a tuo agio, e che non ti metta a disagio.

Ripeto: la naturalezza è fondamentale. Prendi ad esempio Johnny Depp: lui da qualche anno compare in pubblico praticamente sempre con un bel cappello a tesa larga, ma è estremamente naturale.

È un appassionato collezionista di cappelli (si dice che ne possieda svariate centinaia, soprattutto Borsalino), e quando ne indossa uno sembra che sia cucito sulla sua testa. Non c’è nulla di artefatto o di “finto” nel suo look quando indossa un cappello: ecco cosa intendo con naturalezza.

Stessa cosa in molti personaggi del passato, come Federico Fellini, Alain Delon, o Frank Sinatra. Magari dai un’occhiata alle immagini di repertorio di questi personaggi, e inizia a notare come lo indossavano: lo stesso Sinatra, ad esempio, variava spesso la posizione del cappello in base al contesto. 

Quindi devi per prima cosa decidere tu se il cappello fa al caso tuo, o no. Ma se la risposta è sì, e decidi di inserirlo nel tuo guardaroba (anche solo una volta ogni tanto), allora prima ancora di scegliere il modello e il materiale devi prima imparare…

shadow-ornament

 

Le regole base per indossare un cappello classico da uomo

Ci sono alcune regole fondamentali per quanto riguarda il cappello, che i nostri nonni osservavano scrupolosamente e che purtroppo oggigiorno sono spesso dimenticate. 

Se decidi di indossare un cappello, e NON solo un cappello elegante con un modello classico, allora devi scrupolosamente osservare queste 2 semplici regole:

- quando entri al coperto, il cappello va tolto. (Quando entri in casa di qualcuno, ad esempio, o anche al ristorante, in un negozio o in ufficio).
- il cappello NON si indossa a tavola (nessun modello escluso).

Assieme a queste 2, che valgono SEMPRE, in ogni circostanza, con qualsiasi cappello, ce ne sono altre un po’ più raffinate. Si tratta di regole “d’altri tempi”, ma che un vero uomo elegante dovrebbe rispettare ancora nel 2017 (anche se sembrano appartenere a un secolo fa):

- quando si incontra una signora, è buona norma sollevare il cappello in segno di saluto

- quando si incontra un altro uomo, un tempo si usava toccare la tesa sul davanti e abbassare un po’ il cappello in segno di saluto

- rimuovere il cappello durante l’inno nazionale e tenerlo con la mano destra sul petto, idealmente “sopra il cuore”. 

Come ti avevo anticipato, si tratta di regole “d’altri tempi”, ma se ci sforzassimo di recuperarle probabilmente riusciremmo a ridare un pizzico di dignità e di raffinatezza anche alla nostra società attuale, così sguaiata, maleducata, e priva di delicatezza.

shadow-ornament

Ora che hai deciso che il cappello fa al caso tuo, e vuoi provare a inserirlo nel tuo outfit, bisogna capire… QUALE scegliere!

Nel prossimo articolo, che sarà la continuazione di questo qui, ti aiuterò proprio a districarti fra i modelli, i materiali e le forme, così che magari tu possa trovare quello che più si addice a te e al tuo stile, al tuo viso e al tuo abbigliamento.

Resta sintonizzato su queste frequenze, e torna sul blog mercoledì prossimo se non vuoi perderti la seconda parte di questo articolo. Oppure iscriviti alla pagina Facebook di EleganzaMaschile per essere sicuro di essere sempre aggiornato, e scarica la guida gratuita sui “7 modelli di scarpe da uomo” - che puoi avere semplicemente inserendo la tua email nel modulo che trovi qui sotto.

 

Alla prossima, e che l’eleganza sia con te!

Nicola Serafini.

P.S. 

Se hai dei dubbi specifici sul cappello, e non riesci a capire se faccia al caso tuo, allora quello che ti serve è una coaching privata con me. Ti aiuterò a capire di preciso se il cappello fa per te, ed eventualmente quale modello ti si addice. Scrivimi una email per richiedere maggiori informazioni sulle coaching personali, e farò in modo che tutti i tuoi dubbi si sciolgano come neve al sole... 

shadow-ornament
Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog - come tutti i i siti - utilizza dei cookies. Cookies Policy | >> Accetto e continuo >>