Come scegliere l’anello da uomo della giusta misura

(clicca sull’immagine per vedere la scheda dell’anello)

Da quando ho iniziato a pubblicare alcuni articoli sugli anelli da uomo (compreso quello sugli anelli d’oro e d’argento), ho ricevuto in privato alcune domande riguardanti la misura dell’anello.

All’inizio ho sottovalutato queste richieste, ma col tempo ho deciso di dedicare a questo tema un breve articolo.

Nello specifico…

Oggi ti parlerò della taglia dell’anello e della sua misura

Nel senso: anelli grandi o piccoli, sottili o spessi, affusolati o tozzi, etc.

Tutto questo lo vedremo nell’articolo di oggi, che anche questa volta è una vera e propria guida rapida.

Non mi dilungherò troppo nella teoria perché immagino che se sei finito su questa pagina, magari dopo una ricerca su Google, in questo momento stai cercando informazioni specifiche.

Vuoi una soluzione pratica sulla misura dell’anello, ed è questa che ti voglio fornire.

Mettiamo dunque che tu voglia comprare un anello da uomo in argento, o anche uno d’oro, magari online e senza poterlo provare… come fai a decidere la misura?

 

Come trovare la misura del tuo anello: misurare e calcolare la taglia dell’anello

Ci sono due metodi. Il primo consiste nel misurare il dito, l’altro nel misurare un anello che già possiedi.

Vediamoli singolarmente.

1) prendi un metro a nastro, “da sarto” e avvolgilo attorno al dito nella parte più “grossa”, cioè il più possibile vicino al palmo.

Considera che la dimensione delle mani (e delle dita) cambia durante la giornata e a seconda delle stagioni. In estate avrai mani più “grosse” e in inverno più affusolate.

Durante la giornata invece al mattino saranno più gonfie e la sera (tendenzialmente) più normale.

Quindi dovresti misurare il dito la sera, e se lo fai in inverno considera che in estate quell’anello potrebbe andarti stretto.

Se non hai un metro da sarto, puoi anche semplicemente utilizzare una striscia di carta. La avvolgi attorno al dito e fai un segno a matita del punto preciso in cui si sovrappone.

Poi distendi la striscia e misuri con un qualsiasi righello.

Con questo numero troverai la misura degli anelli. Per aiutarti, ti riporto anche qui la tabella di conversione.

Se la tua misura oscilla fra due taglie, ti consiglio di optare per quella più grande. Un anello troppo grande rischia di uscirti, ed è fastidioso ad esempio quando lavi le mani e ti esce da solo. Ma un anello troppo stretto è ancora più fastidioso, e dopo mezz’ora che lo indossi ti viene voglia di toglierlo.

2) Il secondo metodo consiste nell’utilizzare un anello che già possiedi.

Ti basta stampare la tabella di conversione che ti ho messo qui sopra, e sovrapporre il tuo anello ai vari anelli disegnati.

Materialmente, prendi l’anello e lo metti sul foglio. 

Quando trovi la taglia giusta, o quella che più si avvicina, avrai automaticamente la misura del tuo anello.

Quale delle due misurazioni è migliore?

Sinceramente non c’è differenza. Potendo, io ti direi di fare entrambe le cose: misuri il dito e poi confronti la tabella con un anello che già possiedi e che ti calza bene.

Ma se vuoi comprare un anello per un dito nel quale finora non hai mai indossato anelli, allora dovresti misurare con attenzione il tuo dito con una striscia di carta.

Anelli sottili o spessi?

Su questo tema non posso sbilanciarmi, perché esistono cosi tante varianti che sarebbe impossibile generalizzare.

Avrei bisogno di conoscerti e di studiare il tuo caso specifico per poterti dare un consiglio mirato e soprattutto veramente adatto a te.

Per avere un consiglio personalizzato da parte mia puoi richiedere una consulenza privata. 

Ti basta prenotare una pre-consuenza gratuita con me per vedere se hai i requisiti adatti, compilando il modulo che trovi qui. Ti richiamerò personalmente senza impegno e vedremo insieme se ti posso aiutare.

In alternativa puoi studiare la mia Guida completa all’Eleganza Maschile: anche in questo caso non avrai una soluzione particolarmente cucita su misura per te, ma sicuramente potrai sviluppare da solo il tuo stile personale.

Chiarendo la tua immagine grazie alla guida completa, ti sarà più chiaro anche il tipo di gioiello più adatto a te

Quindi da un lato ti do io la soluzione personalizzata e adatta.

Dall’altro ti insegno a capire da solo come trovare il tuo stile e scegliere da solo l’anello più adatto a te.

Vuoi un mio consiglio personale?

Parti dalla Guida. Economicamente NON mi conviene darti questo consiglio, perché la guida costa molto meno di una Coaching di Eleganza Maschile. Quindi magari ci guadagno di meno, ma almeno ho la coscienza a posto perché so di averti dato il consiglio migliore per te.

Infatti, anche se magari ci guadagno meno, sono sicuro che è la scelta giusta per te, almeno per iniziare a chiarire i tuoi dubbi. Con la guida completa puoi avere una infarinatura generale che ti permetterà di muovere i tuoi primi passi da solo.

Ora la scelta è tua. Ma sappi che “continuare come hai sempre fatto” non è una opzione disponibile.

Ti aspetto nell’Olimpo dell’Eleganza: questa è l’entrata.

A fra poco,

Nicola.

 

 

 

 

 

P.S.

Inserisci subito il tuo indirizzo email nel modulo qui sotto per scaricare gratuitamente una guida ai 7 modelli di scarpe che non possono mancare nel tuo guardaroba:

shadow-ornament

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vuoi ricevere la guida gratuita su:
I 7 modelli di scarpe che ogni professionista di successo dovrebbe avere?


Scarica subito la tua copia OMAGGIO della guida, inserendo qui il tuo indirizzo email (dove riceverai il link per scaricare la guida).

Stai per ricevere il link ...

Qualcosa è andato storto