Tutta la verità sul completo a tre pezzi (Parte III)

Bentornato al terzo e ultimo capitolo del nostro viaggio nel mondo del completo a tre pezzi da uomo. Se ti sei perso la seconda parte, la trovi qui.

A questo punto dovresti già aver intuito i reali vantaggi in termini di immagine e di eleganza che ti consente di sfoggiare un bel completo a tre pezzi.

 

Ora veniamo al lato professionale.

Perché un completo a tre pezzi è la scelta ideale per un professionista come te?

Perché è formale, dunque raffinato e distinto, ma non necessariamente “ingessato”, come invece può essere il doppiopetto.

Con un completo a tre pezzi e la giacca slacciata susciterai sicuramente il rispetto delle persone che entrano nel tuo ufficio, ma allo stesso tempo non darai l’idea di essere una persona snob e con la puzza sotto il naso. Perché le prime emozioni che evocherai saranno appunto il rispetto e la distinzione.

Se vuoi essere considerato un notaio (o qualsiasi sia la tua professione) stimato e rispettato, devi fare in modo che la tua immagine lavori al tuo fianco.

Te l’ho già detto molte volte, ma non mi stancherò mai di ripeterlo.

Se vuoi avere successo, devi apparire come un uomo di successo

Sia che tu lo sia già, sia che tu lo voglia diventare.

Se lo sei già, devi adattare la tua immagine al tuo valore professionale.

Se lo vuoi diventare, devi guadagnarti il rispetto delle persone.

Come lo ottieni?

Col duro lavoro, indubbiamente, ma anche con un’immagine potente e rispettabile, che faccia intuire che sei una persona affidabile e di successo (anche se ancora non sei arrivato a quel punto).

Perché?

Perché le persone affidano i loro affari solo a qualcuno che dimostra di saperli gestire. Solitamente il parametro principale è il denaro.

Io affido i miei risparmi a un consulente finanziario che mi sembra ricco sfondato, e non a uno che riceve i clienti nello scantinato di casa. Perché? Perché quello che sembra ricco mi ispira fiducia, in quanto significa che ha ottenuto risultati reali.

Poi bisogna vedere se è ricco DAVVERO. Ma paradossalmente a me (e a te) questo non sempre interessa davvero, perché tutti ci limitiamo a giudicare dalle apparenze.

E se il professionista che ho di fronte sembra una persona ricca e di successo, dentro la mia testa io penserò inconsciamente che lo sia davvero. Ovviamente in certi casi farò delle verifiche sulle capacità di questa persona, ma la ricchezza e il successo nel mondo attuale sono i principali metri di giudizio sul valore professionale di una persona.

Se quella persona arriva ben vestita e con un’auto di lusso tirata a lucido, io presumo che abbia successo nel suo lavoro, quindi sarò più propenso ad assumerla o ad affidargli un incarico professionale.

Queste cose devi imparare a manovrarle A TUO FAVORE.

Non parlo di “manipolazione”, non parlo di inganno, non parlo di ipnosi, non parlo di fregare i tuoi potenziali clienti facendogli credere che tu sia ricco sfondato quando in realtà non lo sei.

Però, con la giusta misura, conoscere questi meccanismi mentali ti può aiutare moltissimo nella tua professione.

E un completo a tre pezzi grida al mondo: “Guardatemi, sono un uomo di successo!”

07d072f971a7e5ecb24a86f5c1edc395

Ma c’è un problema: se lo scegli male, quell’abito sarà senza voce.

Anzi, ancora peggio, griderà le cose sbagliate.

Se indossi un completo che non si addice a un professionista, o che non ti veste come dovrebbe, stai gridando al mondo:

“Guardatemiiii, sono un poveraccio che non si sa vestire e che se ne frega di tutto, tanto un vestito vale l’altro!”

In questo modo starai implicitamente dicendo al tuo potenziale cliente che come non ti frega niente della tua immagine, così non ti frega niente di lui.

E se lui intuisce queste cose – ovviamente spesso a livello inconscio, e senza rendersene conto – lui ti dirà “Va bene, guardi, le faccio sapere in giornata”, e appena uscito dal tuo ufficio si catapulterà dal notaio (per fare un esempio) più famoso della città, quello che ha l’ufficio di tre piani in pieno centro con uno studio grande come tutto l’appartamento in cui tu vivi con moglie e figli… e darà a lui il lavoro.

Senza fare altre verifiche. Perché quel notaio ha successo, ma soprattutto trasmette successo grazie a quello che lo circonda.

Col tempo ci arriverai anche tu, se ti impegni, ad avere quel tipo di successo. Ma nel frattempo dovresti imparare a comunicare al mondo che hai le carte in regola per avere successo.

c022b4d1188b020af5c06eed2b07bafd

E il primo step è proprio un bel completo (a tre pezzi, magari, ma non necessariamente). L’importante è che sia quello GIUSTO per un professionista.

Anzi, che sia… L’Abito MIGLIORE per un Professionista.

Certo che però è molto DIFFICILE trovarlo. Ci sono molte cose da tenere a mente. Se solo ci fosse qualcuno che ti accompagnasse per mano nell’acquisto del giusto abito per te…

Se solo ci fosse un “manuale di istruzioni” per l’acquisto dell’abito giusto…

… Magari scritto APPOSTA per un professionista come te…

Sarebbe tutto più facile, vero?

Sai che ti dico?

Che quel manuale in effetti ESISTE, e puoi averlo SUBITO fra le tue mani semplicemente cliccando QUI.

Quindi agisci SUBITO, e inizia da OGGI a vestirti come un vero professionista di successo. Il primo passo è trovare l’ABITO PERFETTO. Come fai a riconoscerlo?

Semplicissimo. Iniziando da QUI! ===>

Che l’Eleganza sia con te!

Nicola Serafini.

Facebook Comments

One thought on “Tutta la verità sul completo a tre pezzi (Parte III)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog - come tutti i i siti - utilizza dei cookies. Cookies Policy | >> Accetto e continuo >>

Vuoi ricevere la guida gratuita su:
I 7 modelli di scarpe che ogni professionista di successo dovrebbe avere?


Scarica subito la tua copia OMAGGIO della guida, inserendo qui il tuo indirizzo email (dove riceverai il link per scaricare la guida).

Stai per ricevere il link ...

Qualcosa è andato storto